Nella vita, così come in cucina, è bello avere delle certezze. Fino a pochi giorni fa, una delle mie certezze in cucina era la pasta brisèe. Mi piacciono molto quiche e tarte, nel blog ci sono infatti varie ricette di questo tipo con la pasta brisèe. Ho sempre preparato questo impasto base secondo la ricetta classica con farina, burro e acqua. Diversamente dalla pasta frolla, non avevo mai pensato di provare un’altra ricetta, ma per la sfida dell’MTC di questo mese, ho avuto l’occasione di conoscere e provare la pâté brisée del mitico Michel Roux, grazie a Flavia del blog Cuoci, cuci, dici, che in quanto vincitrice del mese di febbraio ha proposto questo tema che è proprio il caso di definire “sorprendente”. Mi è piaciuta molto quest’altra versione della pasta brisèe. Quindi, grazie MTC e grazie Flavia!
Per questa sfida ho preparato una tarte dal sapore rustico e intenso, un ultimo saluto all’inverno, il ripieno è a base di roquefort, noci e composta di pompelmo rosa. Se la composta può apparire originale, in realtà è un abbinamento tradizionale: formaggio erborinato, noci, composta (o marmellata) di agrumi sono un classico, il segreto sta nel bilanciare bene i due sapori predominanti, infine la base integrale col suo tono rustico ben si sposa con il gusto corposo del ripieno.

Ingredienti per 2 tarte da 35x10cm:


Per la pasta brisèe:

  • 170 g di farina 00
  • 80g di farina integrale
  • 150 g di burro, tagliato a pezzettini e leggermente ammorbidito
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 pizzico di zucchero
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio di latte freddo
Per il ripieno:
  • 5 pompelmi rosa (540g circa polpa e succo netti)
  • 1 mela
  • 180g zucchero di canna
  • 200g roquefort
  • 10-12 noci



Preparazione:

 
Iniziamo la preparazione dalla pasta brisèe. Versiamo la farina a fontana sul piano di lavoro. Mettiamo al centro il burro, il sale, lo zucchero e l’uovo, poi mescoliamoli e lavoriamoli con la punta delle dita. Incorporiamo piano piano la farina, lavorando delicatamente l’impasto finché assume una consistenza grumosa.
Aggiungiamo il latte e incorporiamolo delicatamente con la punta delle dita finché l’impasto comincia  a stare insieme.
Spingiamo l’impasto lontano con il palmo della mano, lavorando di polso, per 4 o 5 volte, finché è liscio. Formiamo una palla, avvolgiamola nella pellicola e mettiamola in frigo per almeno 30-40′.
Intanto prepariamo la composta di pompelmo rosa. Laviamo i frutti, sbucciamoli e peliamoli a vivo. Se la pellicina interna è particolarmente spessa, è preferibile sbucciare singolarmente ogni spicchio. In una pentola dai bordi alti, mettiamo la polpa e il succo del pompelmo, lo zucchero di canna e la mela sbucciata e tagliata in 7-8 pezzi. Mescoliamo bene e facciamo cuocere a fuoco vivo scoperto per 40′ circa, la composta dovrà rapprendersi ma non asciugarsi completamente. Eliminiamo i pezzi di mela e lasciamo intiepidire. La mela aiuta a togliere un po’ d’amaro.
Riprendiamo la pasta brisèe. Infariniamo leggermente il piano di lavoro e il matterello.  Stendiamo la pasta con colpi leggeri e pressione regolare, ruotandola di 90° e girandola di tanto in tanto fino ad ottenere la forma desiderata. Sistemiamo la pasta nello stampo e rifiliamo gli eccessi. Rimettiamo la base in frigo.
Accendiamo il forno a 190°. Trascorsi 20 minuti, riprendiamo la pasta dal frigo, bucherelliamo il fondo con i rebbi di una forchetta, rivestiamo con carta da forno e riempiamo con le apposite palline di ceramica o legumi secchi. Cuociamo in forno già caldo per 25′.
Tagliamo il roquefort a pezzetti, sgusciamo le noci e riscaldiamo appena la composta. Estraiamo la base dal forno, togliamo i pesi e sul fondo distribuiamo la composta di pompelmo. Completiamo con il roquefort e i gherigli di noce. Rimettiamo in forno a 170° per altri 10′. Aspettiamo che intiepidisca prima di tagliarla. Serviamo tiepida.

Assistente foto

4 Comments on Tarte integrale con roquefort, noci e composta di pompelmo rosa

  1. Ciao Angela!! L'assistente foto è fantastica, un po' come il nostro assistente Gino 🙂 Sempre pronto ad aiutarci! Che bella questa tart, che ripieno particolarissimo, siamo proprio curiose di sentire l'accostamento pompelmo rosa / roquefort/ noci, deve essere un qualcosa di paradisiaco!!Complimenti e buona domenica, un bacio dalle Pancette!

    Rispondi
  2. flavia galasso
    at (4 anni ago)

    Hai saputo dare un magnifico spprint alla tua verisione per MTC e sono contenta che questa Brisée ti abbia soddisfatta, visto quanto può essere versatile e piacevole anche a lavorla???
    Grazie perchè la tua ricetta mi resterà bene in mentre…una buona domenica delle Palme a te…baci Flavia

    Rispondi
  3. Emanuela Leveratto
    at (4 anni ago)

    sto così sappilo *______________________* a parte che adoro noci e formaggio ma la composta di pompelmo non la conoscevo!!! mi sono salvata ricetta ^_^

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.