Il calamaro grigliata con crema di cicerchie è un piatto equilibrato e salutare. L’abbinamento tra calmari e legumi è abbastanza noto, la cicerchia è un legume insolito,  antichissimo ma ormai quasi dimenticato.
Le cicerchie sono uno dei legumi più antichi e più consumati in passato in quanto molto resistenti alla siccità e più in generale a condizioni avverse, proprio questa sua maggiore disponibilità quando gli altri alimenti scarseggiavano, portava ad un abuso di tale legume. Le cicerchie contengono purtroppo degli aminoacidi tossici e se mangiate in eccesso causano latirismo, sindrome che prende il nome proprio dalle cicerchie (Lathyrus sativus). Attualmente il problema è scongiurato, in quanto bisognerebbe mangiarne quantità considerevoli per periodi prolungati di tempo.
Il piatto che ho preparato grazie agli ingredienti utilizzati e alle modalità di cottura è leggero ma molto saziante.
 
Ingredienti per 4 persone:
  • 250g cicerchie
  • 300g patate
  • 2 cucchiai passata pomodoro
  • 4 calamari
  • 4 cucchiai olio evo
  • 1 spicchio aglio
  • sale, pepe, rosmarino, alloro q.b.
Preparazione:
 
Iniziamo la preparazione il giorno prima. Passiamo le cicerchie più volte sotto l’acqua corrente e poi mettiamole in ammollo in acqua salata per almeno 20-24 ore.  Prima di cuocerle risciacquiamole ancora.
In una pentola mettiamo le cicerchie con una quantità d’acqua pari al doppio del loro volume e qualche foglia di alloro.  Lessiamo per un’oretta, schiumando di tanto in tanto.
In una casseruola rosoliamo lo spicchio d’aglio in 2 cucchiai d’olio evo, aggiungiamo la passata di pomodoro e le patate tagliate  a piccoli cubetti, saliamo e lasciamo cuocere per 10′, aggiungendo qualche cucchiaio d’acqua se dovessi seccarsi eccessivamente. Uniamo anche le cicerchie con il loro liquido di cottura e continuiamo la cottura per  altri 15-20′. Regoliamo di sale e frulliamo tutto con il minipimer.
Puliamo bene i calamari, eliminando loro gli occhi, le interiora e l’osso. Risciacquiamoli più volte sotto l’acqua corrente.
Prepariamo la griglia o in alternativa una padella di ghisa leggermente unta, quando sarà ben calda, mettiamoci sopra i  calamari, cuociamoli 4-5′ per lato o qualche minuto in più se sono particolarmente grossi. Saliamoli solo a fine cottura.
Impiattiamo mettendo prima la crema di cicerchie e patate e sopra il calamaro grigliato, aggiungiamo del rosmarino, del pepe macinato fresco e un filo d’olio evo.

4 Comments on Calamaro grigliato su crema di cicerchie e patate

  1. Cristiana Beufalamode
    16 Novembre 2013 at 21:20 (8 anni ago)

    Io il grano…tu le cicerchie: ad ognuno le sue scoperte! Le ho cucinate una volta, ma purtroppo i figli non le amano, mentre ne sono ghiotta e così ho finito per mangiarle tutte io…che non è il massimo! Un bacio cri

    Rispondi
    • storiedamordere
      28 Novembre 2013 at 9:07 (8 anni ago)

      Allora bisogna trovare qualche amica con la quale condividere un buon piatto di cicerchie 😉
      buona giornata,
      AngelaS

      Rispondi
  2. Silvia Ferrante
    23 Novembre 2013 at 16:42 (8 anni ago)

    Interessante piatto e legumi. Ne ho sempre sentito parlare ma mai mangiate. A presto Silvia.

    Rispondi
    • storiedamordere
      28 Novembre 2013 at 9:08 (8 anni ago)

      Se ti piacciono i legumi, provale e non te ne pentirai 😉

      Buona giornata,
      AngelaS

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.