I formaggi svizzeri e il blog Peperoni e patate quest’autunno ci hanno proposto un contest con 2  eccellenti formaggi svizzeri: il Gruyère DOP e l’Emmentaler DOP. 
L’Emmentaler DOP è uno dei formaggi svizzeri più imitati al mondo, di pasta semidura, elastica, color avorio, dal sapore caldo e dolce con sentori di noce, diverso dal Gruyère DOP. La tipica occhiatura dell’Emmentaler si forma per sviluppo fermentativo di anidride carbonica durante la maturazione. Entrambi prodotti con latte bovino, il Gruyère non ha occhiature, la pasta è dura, il sapore più ricco e corposo e, in base alla stagionatura che dura dai 5 ai 10 mesi, il gusto va dal dolce al piccante. 
Il contest intitolato #noiCHEESEamo  ha come tema “Le ricette del cuore”. Dopo aver preparato delle mini pie con l’Emmentaler, ho pensato ad una ricetta ancora più tradizionale e “del cuore” per il Gruyère. Ho preparato degli gnocchi di patate alla zucca con una fonduta di Gruyère e delle nocciole tostate. Gli gnocchi sono quelli tradizionali di patate così come li ha sempre preparati la mia mamma, senza uova. Io ho aggiunto un po’ di zucca, che cotta al dente in forno e passata allo schiacciapatate non si amalgama completamente nell’impasto ma resta ben visibile e da’ maggior consistenza allo gnocco. La fonduta è quella classica  a base di solo Gruyère che ben si sposa con le nocciole tostate. Un primo piatto semplice e sostanzioso perfetto per questo periodo.


Ingredienti per 4 persone:

Per gli gnocchi:

  • 300g farina 
  • 300g patate
  • 300g zucca al netto degli scarti (circa 500g lorda)
  • 1 pizzico di sale
Per la fonduta:
  • 300g gruyère
  • 150ml vino bianco secco
  • 1/2 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaio raso fecola di mais
  • 60g nocciole

Preparazione:
Iniziamo la preparazione dagli gnocchi. Togliamo la buccia alla zucca, tagliamola a pezzi di media grandezza e cuociamola per 15′ in forno a 180°. Lessiamo le patate con tutta la buccia in abbondante acqua bollente. Sistemiamo la farina a fontana sulla spianatoia. Quando le patate e la zucca saranno cotte, sbucciamo le patate e passiamole allo schiacciapatate facendole ricadere al centro della farina, passiamo anche la zucca allo schiacciapatate. Facciamo intiepidire, aggiungiamo un pizzico di sale e  iniziamo ad impastare. Amalgamiamo bene il tutto fino ad ottenere un panetto sodo e compatto. Dividiamo l’impasto in piccoli pezzi e formiamo tanti filoni cilindrici di uguale diametro. Tagliamo i filoni in tanti pezzi e ripassiamoli su una forchetta o sull’apposito accessorio per rigare gli gnocchi. Schiacciamoli leggermente con due dita al centro, così da formare un incavo. Prepariamo una pentola con abbondante acqua.




Intanto prepariamo la fonduta e le nocciole. Tosiamo le nocciole, tagliamole a pezzi grossolanamente e mettiamole da parte.
Togliamo la crosta al  formaggio e tagliamolo a dadini molto piccoli. Strofiniamo l’aglio nell’apposito pentolino per la fonduta e mettiamolo su fuoco basso. Aggiungiamo il vino, setacciamo la fecola e mescoliamola bene con un cucchiaio di legno. Aggiungiamo una piccola parte del formaggio  e mescoliamo continuamente, attendiamo che inizi a fondere e man mano aggiungiamo altro formaggio, un poco per volta. Continuiamo a mescolare e proseguiamo così fino a far sciogliere tutto il formaggio.
Quando l’acqua inizierà a bollire, saliamo e versiamo delicatamente gli gnocchi. Scoliamoli bene appena salgono a galla. Sistemiamo gli gnocchi nei piatti, condiamo con la fonduta di Gruyère, completiamo con le nocciole e serviamo subito. 

1 Comment on Gnocchi di patate alla zucca con fonduta di Gruyère DOP e nocciole tostate

  1. Silvia Ferrante
    17 Novembre 2014 at (5 anni ago)

    Amo la zucca ma gli gnocchi non li ho mai fatti. Questo sarebbe il periodo ideale.
    Un abbraccio Silvia.

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.