Non amo molto le lasagne, ecco, l’ho detto! Se non fosse stato per l’MTChallenge e in particolare per Sabrina che questo mese ha proposto la lasagna come tema, difficilmente avrei postato una ricetta del genere. Qualche volta le faccio, ma confesso che non sono la mia passione, sarà perché non amo gli strati, sarà perché qualche volta da piccola ho provato qualche lasagna non degna di tal nome, sarà perché se proprio devo esagerare con le calorie ho tutta una lista di piatti preferiti che precedono questo, fatto sta che le preparo un paio di volte l’anno in versione classica napoletana e stop. La sfoglia fatta a mano invece l’adoro! Me l’ha insegnata la mamma, che come me non ama molto le lasagne e con la sfoglia homemade prepara quasi esclusivamente tagliatelle.
Tornando alle lasagne, sicuramente non sono un piatto semplice, perché il vero segreto è un giusto equilibrio di sapori, io credo di aver raggiunto un buon risultato. Avrei potuto restare sul classico, ma a me piace sperimentare, ho unito un po’ di sapori tipicamente autunnali e tra l’amaro del radicchio, il dolce delle pere, il piccante del gorgonzola e il sapido della pancetta, il risultato raggiunto è equilibrato e mi ha soddisfatto. Le pere devono essere mature, ma sode, non eccessivamente dolci, il radicchio invece non troppo amaro, il gorgonzola ho preferito quello dolce, fondamentale è riuscire a dosare bene i vari ingredienti, infine le uova del pollaio della mamma, la pancetta auto-prodotta, le noci e le pere del frutteto e la passione hanno contribuito a fare il resto.
Questa lasagna d’autunno è la mia ricetta per la sfida numero 42 dell’MTC.

Ingredienti per 4 persone:
Per la sfoglia:
  • 200g farina 00
  • 100g farina di castagne
  • 3 uova
Per la farcitura:
  • 1 cespo di radicchio rosso precoce di Treviso
  • 2 pere medie
  • 10-15 gherigli di noci
  • 20ml marsala
  • 20ml olio e.v.o.
  • 1 spicchio cipolla
  • 120g pancetta
  • q.b. sale
  • q.b. parmigiano reggiano

Per la besciamella:

  • 20g burro
  • 20g farina
  • 200ml latte
  • 100g gorgonzola dolce
  • q.b. sale
  • q.b. noce moscata
 

 

Preparazione:
Ho preferito preparare la sfoglia qualche ora prima per fare seccare un po’ in più la pasta.
Setacciamo bene la farina di castagne e disponiamola a fontana sulla spianatoia insieme alla farina di frumento. Mettiamo al centro le uova, rompiamole con una forchetta e poi amalgamiamo la farina e lavoriamo molto bene l’impasto fino ad ottenere un panetto sodo ed uniforme. Mettiamolo in un sacchetto per alimenti e facciamolo riposare per 30′. Riprendiamo l’impasto e stendiamolo sottile e uniforme con il matterello. Ritagliamo tanti rettangoli uguali, infariniamo un tavolo di legno, disponiamo le sfoglie, copriamo con un telo di lino e lasciamo riposare per qualche ora.

 

 
 
 
Intanto prepariamo il ripieno. Laviamo e mondiamo il radicchio, tagliamolo a striscioline. In un’ampia padella stufiamo la cipolla tagliata sottilmente nell’olio, aggiungiamo il radicchio, saliamo e facciamo cuocere coperto 5-6′. Sbucciamo le pere e tagliamole a cubetti. Uniamo le pere al radicchio, sfumiamo con il marsala e facciamo cuocere per altri 5-6′ scoperto. Alla fine aggiungiamo i gherigli di noci in pezzi.
Prepariamo la besciamella. In una pentola facciamo fondere lentamente il burro, togliamo dal fuoco e aggiungiamo la farina mescolando bene con una frusta. Rimettiamo sul fuoco e aggiungiamo poi il latte freddo un po’ per volta, onde evitare la formazione di grumi. Alcuni preferiscono usare il latte bollente. Facciamo cuocere la besciamella a fuoco bassissimo fin quando non si addensa, infine aggiungiamo sale, noce moscata e il gorgonzola a pezzi. Spegniamo e continuiamo a mescolare per qualche altro minuto.
Prepariamo una pentola bassa e ampia per cuocere la pasta. Quando inizia a bollire, saliamo e cuociamo la pasta un pezzo per volta. Immergiamo nell’acqua bollente e scoliamo appena riprende il bollore e mettiamo su un telo di lino ad asciugare.
Stendiamo un velo di besciamella sul fondo di una pirofila, facciamo uno strato di pasta, uno di besciamella e uno di radicchio fino a completare tutti gli ingredienti.
Finiamo con un ultimo strato di pasta e ricopriamolo con altra besciamella e una grattugiata di parmigiano reggiano. Inforniamo per 15-20′ a 180°.
Mentre la lasagna è in forno, tagliamo la pancetta a cubetti e rosoliamoli in una padella antiaderente a fuoco alto. Disponiamo i cubetti di pancetta su ogni porzione di lasagna e serviamo.

10 Comments on Lasagna d’autunno: con sfoglia alle castagne, radicchio, pere, noci, besciamella al gorgonzola e pancetta croccante

  1. Gaudio (Franci)
    24 ottobre 2014 at 7:44 (4 anni ago)

    Bellissima! Io invece adoro le lasagne e queste tue le mangerei proprio volentieri!

    Rispondi
    • storiedamordere
      29 ottobre 2014 at 9:17 (4 anni ago)

      Grazie 🙂 So che sono io quella "strana" 😀 Chi è che non adora le lasagne?

      Rispondi
  2. Giulia
    24 ottobre 2014 at 13:09 (4 anni ago)

    Ciao Angela. La combinazione di sapori che hai scelto per le tue lasagne mi piace moltissimo e la sfoglia è perfetta, degna di una sfoglina.
    Buon weekend
    Giulia

    Rispondi
    • storiedamordere
      29 ottobre 2014 at 9:18 (4 anni ago)

      Grazie Giulia 🙂 La lasagna non mi fa impazzire, ma fare la soglia sì! 😉
      Buona giornata

      Rispondi
  3. Sara e Laura-PancettaBistrot
    24 ottobre 2014 at 14:55 (4 anni ago)

    Una lasagna che è un vero capolavoro di sapori, così perfetta per questa giornata frizzantina di autentico autunno! Una vera chiccheria la sfoglia alle castagne, complimenti!

    Rispondi
    • storiedamordere
      29 ottobre 2014 at 9:18 (4 anni ago)

      Grazie ragazze 🙂
      Eh si, qui in una settimana è finita l'estate ed è arrivato quasi un mezzo inverno!
      Un bacio

      Rispondi
  4. Daniela
    29 ottobre 2014 at 13:18 (4 anni ago)

    A me invece le lasagne piacciono tantissimo e queste così autunnali, con la farina di castagne, le pere, il gorgonzola e il radicchio sono molto invitanti.
    Bravissima, hai preparato una "Signora Lasagna" 🙂

    Rispondi
  5. Alessandra Gennaro
    29 ottobre 2014 at 17:38 (4 anni ago)

    son del partito della lasagna, in tutti i modi. e provo per il gorgonzola e il radicchio una specie di attrazione fatale. Praticamente, perdo tutti i freni inbitori. Fai conto come sto, di fronte a questo spettacolo 😉 bravissima!

    Rispondi
  6. Chiara Setti
    30 ottobre 2014 at 6:59 (4 anni ago)

    Bravissima una lasagna davvero invitante!!,

    Rispondi
  7. Sabrina
    31 ottobre 2014 at 23:02 (4 anni ago)

    un'eplosione di sapori!
    Grazie,
    sabrina

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.