Dopo una lunga pausa estiva, eccomi di ritorno. Nelle ultime settimane ho completamente trascurato il blog, caldo e vacanze a parte non sempre si riesce ad avere lo spirito giusto per scrivere. Questa estate ho preparato un po’ di piatti nuovi anche grazie alla ricchezza di ingredienti che la terra ci offre in questa stagione, per lo più ricette fresche, semplici e spesso anche light. La tarte che ho preparato qui è invece più adatta a questi giorni di fine estate con piogge frequenti e temperature già autunnali.
 Due anni fa a Catania ho provato la “schiacciata” o “scacciata”, una pizza ripiena preparata con la pasta del pane e gli ingredienti più svariati per la farcitura, un classico è con tuma, tipico formaggio siciliano, acciughe e talvolta pomodori; da questo ricordo di viaggio ho avuto l’idea per questa ricetta, alla pasta di pane ho sostituito la pasta briseè e così la schiacciata è diventata una tarte. Semplice da preparare è perfetta per un aperitivo, un antipasto o come piatto unico per una cenetta veloce.

 

Ingredienti per uno stampo 35×10:


Per la pasta brisée:

  • 180g farina
  • 90g burro freddo
  • 3g sale
  • 60ml acqua fredda
Per il ripieno:
  • 150g primo sale
  • 100g pomodorini
  • 5-6 filetti acciughe
  • q.b. timo

Preparazione:

Iniziamo preparando la pasta brisèe. Versiamo la farina a fontana sulla spianatoia, al centro mettiamo  il burro freddo a pezzetti e il sale, iniziamo impastando questi ingredienti fra loro, quando il burro sarà ben amalgamato alla farina, aggiungiamo l’acqua un po’ per volta fino ad ottenere un impasto sodo e compatto. Se usiamo l’impastatrice, nella ciotola versiamo la farina, aggiungiamo il sale ed il burro a pezzetti e avviamo a vel.2-3 con la foglia per 1′ o fino ad ottenere un impasto sabbioso. Aggiungiamo l’acqua a filo e finiamo di impastare fino ad avere un panetto sodo e compatto. Avvolgiamo il panetto di pasta nella pellicola e mettiamo in frigo per almeno una mezz’ora.
Accendiamo il forno a 180° e riprendiamo la pasta dal frigo. Stendiamola uniformemente, disponiamola nello stampo e attendiamo qualche minuto prima di pareggiare i bordi. Sistemiamo dei legumi secchi o le palline specifiche per la cottura in bianco. Inforniamo e facciamo cuocere per 18-20′.
Tagliamo il primo sale a cubetti, dividiamo i pomodorini in due e riduciamo le acciughe a pezzetti.

Estraiamo la base di pasta brisèe dal forno, al suo interno sistemiamo il ripieno e aggiungiamo qualche fogliolina di timo, non è necessario salare. Facciamo cuocere per altri 6-8′. Sforniamo e serviamo tiepida o fredda.

 

Piazza del Duomo
La Piscarìa, l’antico mercato del pesce e il resto del mercato alimentare
Ingresso di un cortile
Interno di un cortile

8 Comments on Tarte con primo sale, pomodorini e acciughe

  1. Le mie ricette con e senza
    5 Settembre 2014 at (5 anni ago)

    Bentornata con questa splendida ricetta, mi chiedevo proprio qualche giorno fa come mai non postavi più.
    Baci
    Paola

    Rispondi
    • storiedamordere
      9 Settembre 2014 at (5 anni ago)

      Grazie mille Paola, nonostante le vacanze sono state settimane un po' così… speriamo le cose vadano meglio 😉
      Buona serata

      Rispondi
  2. Virginia S. Il GattoPasticcione
    6 Settembre 2014 at (5 anni ago)

    Bentornata Angela!!! Sono contenta che sei tornata a postare, soprattutto perchè ci regali questa delizia! Mi piace l'insieme degli ingredienti, mi piacciono i colori e mi piace da morire la forma rettangolare, bravissima! Un abbraccio e buon weekend!!!

    Rispondi
    • storiedamordere
      9 Settembre 2014 at (5 anni ago)

      Grazie cara 🙂 Mi fa piacere che anche se semplice piace questa tarte,
      buona serata

      Rispondi
  3. lory
    10 Settembre 2014 at (5 anni ago)

    le tue "creazioni" sono belle e gustosissime! complimenti Lory

    Rispondi
    • storiedamordere
      10 Settembre 2014 at (5 anni ago)

      Belle non sempre, gustose almeno lo spero 😉
      Grazie!
      Un bacione

      Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.