La ricetta della sfida di giugno dell’MTC è l’America burger di Arianna di “Saparunda’s Kitchen”, come lei stessa ci spiega il merito (o la colpa?) di questa scelta va a suo marito,  allora mi sembra giusto confessare che in questa ricetta che propongo c’è lo zampino del mio di marito. Questo mese ho temuto di non poter partecipare,  ma grazie a lui, sia per l’aiuto pratico, sia per la preparazione del cuore della ricetta riesco con gioia (e qui c’è un doppio senso) a partecipare alla sfida numero 49 dell’MTChallenge.

 

Cheeseburger napoletano1

Quando ho letto il tema di questo mese avevo pensato semplicemente di fare il classico burger americano ma di ottima qualità così come lo prepara Arianna qui, dimostrandoci che anche la pietanza che più è associato all’idea di junk food può essere una vera prelibatezza, non leggerissima in calorie, ma almeno un piatto di qualità. In verità, una ricetta così già c’era sul mio blog, la scorsa estate avevo infatti preparato dei burgers con hamburger di chianina, buns fatti in casa, pancetta autoprodotta, verdure e patate dell’orto e salse preparate da me, trovate tutto qui . Rifare nuovamente quella ricetta non mi sembrava sensato e quindi con l’aiuto (e il gusto) del marito ci siamo avventurati in una preparazione dai sapori tutti nostrani. Come ci spiega Alessandra nel regolamento della sfida avere carta bianca ha vantaggi e svantaggi. Speriamo di non aver rischiato troppo.

Per i panini ho seguito fedelmente la ricetta di Arianna, molto simile a quelli che ho già preparato in passato. Per la carne, il marito ha preparato le salsicce classiche napoletane e da quelle ho fatto gli hamburger. Ho farcito il panino con peperoni fritti, scamorza affumicata e un po’ di pancetta stagionata fatta in casa, anche questa produzione esclusiva del marito. Il panino è stato accompagnato dalle “patate arreganate”, cioè patate all’origano, contorno tipico napoletano e di tutto il Sud in generale con leggere varianti nella preparazione da zona a zona. Ho completato il tutto con una salsa a base di panna acida, poca maionese homemade e un leggerissimo sapore d’aglio per “sgrassare” un po’, pur mantenendo un nota aromatica in linea con i sapori proposti.

 

cheeseburger napoletano2

AVVERTENZA: Per questa ricetta, la preparazione degli hamburger di salsiccia non richiede attrezzi particolari, un tagliere e un coltello idoneo possono bastare.  Se invece vogliamo preparare le salsicce vere e proprie, è necessario un tritacarne con il set per insaccare ( come macchinario autonomo o accessorio opzionali delle planetarie), inoltre occorre procurarsi l’involucro per insaccare, meglio se naturale. Nella preparazione sotto è spiegato come procedere per gli hamburger e per le salsicce, prossimamente posterò anche la ricetta della pancetta stagionata autoprodotta.

 

american bun

IMG_1046

 

Ingredienti per 4 burgers:

Per 4 buns:

  • 250 g di farina forte 280-300W
  • 130 g di latte
  • 20 g di burro
  • 10 g di zucchero
  • 5 g di strutto
  • 5 g di sale
  • 4 g di lievito di birra fresco
  • 1 cucchiaino di malto o miele

Per 4 hamburger di salsiccia:

  • 330g carne maiale mista (spalla, prosciutto, pancetta)
  • 8g sale
  • 100ml acqua
  • 4g pepe
  • 20ml vermouth bianco

Per la farcitura:

  • 1kg peperoni misti
  • 4 fette scamorza affumicata
  • 8 fette pancetta stagionata autoprodotta
  • olio per frittura
  • sale q.b.

Per il contorno:

  • 800g patate
  • 150g pomodorini freschi o in conserva
  • 50ml olio e.v.o.
  • 1/4 cipolla
  • sale q.b.
  • origano q.b.

Per la salsa:

Cheeseburger napoletano5

Preparazione:

Iniziamo la preparazione dalle salsicce che andranno confezionate con un giorno di anticipo.

Con un coltello ben affilato, tagliamo la spalla e il prosciutto di maiale in pezzi regolari di scarso 1cm di lato. Se vogliamo una salsiccia (o hamburger) totalmente a punta di coltello, procediamo a tagliare anche la pancetta col coltello ma in pezzi più piccoli per il maggior quantitativo di grasso, altrimenti è preferibile tritare la sola carne della pancetta nel tritacarne con la trafila più grande (con riferimento alle misure delle trafile dei tritacarne accessori di Kenwood e Kitchenaid). Mescoliamo tutta la carne in una ciotola di acciaio, aggiungiamo il vermouth bianco, il sale, il pepe e l’acqua un po’ alla volta, mescolando bene il tutto fin quando l’impasto risulta morbido. Compattiamo il composto, poggiamolo in un colino, sistemiamo il colino in una ciotola e lasciamo l’impasto a colare per 2-3 ore in frigo. Riprendiamo il composto, formiamo i 4 hamburgers con l’aiuto di un coppapasta, schiacciando uniformemente con un cucchiaio. Sistemiamoli in un recipiente idoneo e conserviamoli in frigo.

(Se  invece vogliamo preparare le salsicce, dopo aver preparato il composto di carne con l’apposito set procediamo ad insaccarlo nell’involucro,  per le salsicce napoletane tradizionali si usa la budellina o bagetta di suino. Man mano che procediamo a riempire le budella, leghiamo le salsicce con spago da cucina. Si ottengono 4 salsicce di circa 110-115g che dopo colate saranno di scarsi 100g circa l’una. Se possibile facciamo colare le salsicce per 2-3 ore in un luogo fresco, appese, con una bacinella sotto. Se non possiamo appenderle, non leghiamole e mettiamole a colare su una gratella, sopra una ciotola in frigo coperte con della pellicola.)

Per i panini, ho seguito la ricetta di Arianna. Sciogliamo il lievito nel latte tiepido con il miele o il malto, lasciamo riposare per una decina di minuti. In una boule di vetro capiente setacciamo la farina, formiamo una fontana, versiamo il latte poco per volta e facciamolo assorbire mescolando con un cucchiaio di legno. Aggiungiamo lo strutto ed il burro a temperatura ambiente, il sale e lo zucchero. Impastiamo fino ad ottenere un composto liscio ed omogeno. Copriamo con della pellicola e un panno e lasciar lievitare fino al raddoppio (1-2 ore). Prendiamo l’impasto,sgonfiamolo leggermente cercando di formare un rettangolo e poi diamo un giro di pieghe a 3, sovrapponete la parte di destra al centro e la parte di sinistra al centro, sopra la destra. Poi rigiriamo di 90° e facciamo lo stesso giro di pieghe.

Facciamo riposare l’impasto con il lato della piega verso il basso, coperto da un panno per una mezz’oretta. Formare poi i buns. Poggiamoli su una teglia coperta da carta da forno e con il palmo della mano schiacciamoli leggermente. Lasciamo riposare coperti da pellicola per una mezz’oretta.

Accendiamo il forno a 180°C. Sbattiamo in un ciotolino l’uovo con il latte.
Togliamo la pellicola e spennelliamo la superficie dei buns con il composto di uova e latte. Spolverizziamo con i semi di sesamo e cuociamo in forno già caldo fino a doratura, per circa 20-24′. Sforniamo e lasciamo asciugare su una gratella.

Laviamo i peperoni, apriamoli, ripuliamoli dei semi e dei filamenti interni e tagliamoli a listarelle. Friggiamoli in abbondante olio caldo rigirandoli spesso. Sgoccioliamoli con cura e mettiamo su carta assorbente. Saliamo e teniamo da parte.

Prepariamo la maionese in casa, qui  la ricetta che preparo io. Frulliamo 1/4 di spicchio d’aglio con qualche cucchiaio di panna acida. In una ciotola mescoliamo la restante panna acida, la panna con l’aglio e 40g di maionese. Teniamo in frigo fino al momento di servire.

Accendiamo il forno a 190°. Laviamo le patate, sbucciamole, tagliamole a fettine di 1/2 cm, tenendole in acqua. Risciacquiamole, scoliamole bene e mettiamole ad asciugare per qualche minuto. Sistemiamole in un ampia pirofila o in un tegame di rame, irroriamole con olio, uniamo i pomdorini, abbondante origano, la cipolla a fette spesse e il sale. Giriamo e cuociamo tutto per 45′ circa o comunque fin quando non saranno croccanti, avendo cura di mescolare più volte.

cheseburger patate arreganate

Quando mancheranno circa 15-20′ alla cottura delle patate, iniziamo ad assemblare il tutto.

Riscaldiamo una bistecchiera o una padella in ghisa, rosoliamo le fettine di pancetta a fuoco medio fin quando saranno croccanti, mettiamole da parte. Scoliamo il grasso in eccesso dalla padella e cuociamo gli hamburger a fuoco medio-basso. Essendo carne di maiale la cottura deve essere completa e non al sangue, quindi è preferibile mantenere il fuoco non troppo alto così da evitare che cuociano fuori e restino crudi all’interno. Non schiacciamoli durante la cottura. Circa 4-5′ per lato dovrebbe essere sufficienti, senza comunque eccedere per evitare che diventino secchi.

Intanto tagliamo i panini a metà, su un lato poggiamo la fetta di scamorza e mettiamoli 1′ nel forno caldo. Sull’altro lato spalmiamo un velo sottilissimo di salsa. Aggiungiamo i peperoni e la pancetta. Appena cotto, uniamo anche l’hamburger di salsiccia. Chiudiamo il panino e completiamo il piatto con le patatine e la salsa. Serviamo subito.

Cheeseburger napoletano4

 

14

bannergiugno15

 

 

9 Comments on Cheeseburger napoletano con salsiccia homemade

  1. Patty
    15 giugno 2015 at 7:45 (3 anni ago)

    Spettacolare la salsiccia home made. Questo sarebbe un panino che farebbe la doppia felicità di mio marito, che si è lamentato di non avere ordinato i peperoni a filetto nel suo panino. In effetti i peperoni come li hai preparati hanno una marcia in più e regalano grande personalità ad un grande panino come il tuo. Compliemnti. Un bacio, Pat

    Rispondi
    • AngelaS
      16 giugno 2015 at 23:04 (3 anni ago)

      Grazie Patty, non saranno leggerissimi ma io adoro i peperoni così :-PPPPPP
      Buona serata

      Rispondi
  2. Saparunda
    15 giugno 2015 at 9:22 (3 anni ago)

    Questa è una ricetta con i fiocchi.
    E’ impressionante, nel senso buono del termine, non fraintendermi! Oltre al panino e alla salsa hai fatto letteralmente l’hamburger in casa. E anche la pancetta… Tu e tuo marito avete la mia più totale ammirazione!
    Io sono cresciuta dividendomi tra la città dove vivevo, la campagna dei nonni materni e la montagna del paese natale di mio padre, quindi con i prodotti così genuini e prodotti in casa io ci vado a nozze. Mi ricordano l’infanzia, l’aria profumata e la spensieratezza che ormai solo i bimbi riescono a provare…e per questo vi ringrazio.
    Il vostro cheeseburger napoletano è da urlo!
    Sono stata solo una volta a Napoli e me ne sono innamorata, follemente! Come sono innamorata di tutti i prodotti tipici campani. Questo è un grande panino, verace, saporito, ottimo!! Di quelli che mio marito non smetterebbe mai di mangiare!
    E quei buns così perfettamente lievitati…Complimenti!!!!

    Rispondi
    • AngelaS
      16 giugno 2015 at 23:10 (3 anni ago)

      Grazie a te Arianna! Io vivo in campagna, ma a soli 20km da Napoli. Poter avere l’orto, gli alberi da frutto, ampi spazi, ma poi impiegare soli 30min per essere in città ha i suoi vantaggi 😉 Anche mio marito non smetterebbe di mangiare panini così e ti ringrazia tanto per aver scelto questo tema 😉
      Buona serata

      Rispondi
  3. Andreea
    15 giugno 2015 at 16:58 (3 anni ago)

    Mmmmmm…., vien proprio voglia di addentarlo !

    Rispondi
    • AngelaS
      16 giugno 2015 at 23:10 (3 anni ago)

      Grazie Andrea, è l’obiettivo delle foto di food, no? Far venir voglia di mangiare quel piatto, mi fa piacere esserci riuscita 😉
      Buona serata

      Rispondi
  4. Raffaella
    16 giugno 2015 at 11:35 (3 anni ago)

    Madòòòòò! Mi ci tufferei di faccia! Meravigliosamente eccessivo e calorico, come un American Hamburger deve essere!

    Rispondi
    • AngelaS
      16 giugno 2015 at 23:12 (3 anni ago)

      Grazie Raffaella 🙂 Si eccessivo, ma ogni tanto anche qualche eccesso ci sta bene, no? Se poi sono eccessi con ingredienti genuini, tanto meglio 😉
      Buona serata

      Rispondi
  5. Paola
    21 giugno 2015 at 0:25 (3 anni ago)

    Un panino che è una vera Gioia. Richiama la nostra città, i sapori della nostra terra, che tu sai sempre mescolare in maniera sapiente e creando vere e proprie bontà gourmet. Mi piace davvero tantissimo 🙂 Complimenti a entrambi 🙂

    Rispondi

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Comment *






Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.